TUTTI UNITI โ€œCONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNEโ€

CENTRO ANTIVIOLENZA OLBIA โ€“ PROSEPTTIVA DONNA - ๐ŸŽ๐Ÿ•๐Ÿ–๐Ÿ— ๐Ÿ๐Ÿ•๐Ÿ’๐Ÿ”๐Ÿ” NUMERO VERDE NAZIONALE - ๐Ÿ๐Ÿ“๐Ÿ๐Ÿ

Data:
25 Novembre 2021
Immagine non trovata

Tutti uniti “Contro la violenza sulle donne”

Oggi, questa è la frase ricorrente nei vari  ambienti istituzionali e non, si perché Oggi, è la Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne, istituita dall’ONU nel 1999.

Il senso di questa giornata  è quello di non trascurare mai il tema della violenza di genere, di  aiutare e sostenere tutte le donne che ancora oggi subiscono violenza, di manifestare tutto lo sdegno della società civile contro ogni  forma di ingiustizia e prevaricazione.  

E’ largamente diffusa l’opinione che la violenza sulle donne interessi strati sociali emarginati e che i maltrattanti siano soggetti colpiti da chissà quali disturbi mentali. In realtà è un fenomeno più  “normale” ma, in una società avanzata e civile, non c’è niente di normale  nel picchiare, violentare ed  emarginare le donne. E’ un problema  mondiale,  riguarda donne e uomini di tutti gli strati sociali, attraversa tutte le culture, le classi sociali, i livelli di istruzione, di reddito e tutte le fasce di età.

Il nostro territorio purtroppo non è immune al problema.  I dati che vengono diffusi dal centro antiviolenza Prospettiva Donna di Olbia (che comprende prevalentemente l’ambito della vecchia provincia di Olbia) sono gravi e molto preoccupanti soprattutto se si tiene conto che riguardano  piccola frazione di territorio e che quando si parla di violenza contro le donne  c’è molto sommerso, poiché spesso per una donna è difficile chiedere aiuto, anche nella società odierna.

E’ un  “fenomeno strutturale”  dovuto a rapporti  di potere diseguali tra i generi. E’ la conseguenza del patriarcato dominante ovvero di quel sistema economico in cui gli uomini detengono il potere e dominano nella vita politica, sociale e del lavoro con privilegi esclusivi.

E’ innegabile che nel corso della storia donne e uomini non abbiano avute le stesse opportunità  e le stesse possibilità,  pertanto vi è la  necessità di un nuovo  sistema  di  politiche pubbliche e di politiche di genere  per la salvaguardia  dei diritti umani  delle  donne, per  la necessità  di promuovere  azioni a favore delle vittime e  per interventi di contrasto alla violenza di genere. 

E’ necessario intensificare le iniziative di sensibilizzazione per cercare di contrastare il fenomeno ed educare tutti al problema, a cominciare dalle scuole. Serve rivalutare i percorsi formativi e didattici per il superamento degli stereotipi di genere attraverso l’educazione alla differenza. Investire sulla prevenzione e sul cambiamento culturale rimane la strada, seppur difficile, da perseguire per sradicare questa violazione dei diritti umani. 

Un grande plauso va a tutti i centri antiviolenza, e per quanto ci riguarda soprattutto al centro antiviolenza Prospettiva Donna con cui vi è una collaborazione costante, per l’attività svolta, l’abnegazione e per il grande - e spesso non riconosciuto - impegno a favore di donne e bambini, nonostante le insufficienti risorse finanziarie a disposizione.

 

 

L’Assessora alle Politiche Sociali, insieme alla Sindaca, alle colleghe e ai colleghi dell’Amministrazione Comunale, esprime la propria vicinanza a tutte le donne sopravvissute alle violenze, a tutte le donne che a causa dell’emergenza Covid sono esposte a ulteriori e maggiori rischi,  a tutte le donne che avranno la forza ed il coraggio di chiedere aiuto.

 

 

๐‚๐ž๐ง๐ญ๐ซ๐จ ๐€๐ง๐ญ๐ข๐ฏ๐ข๐จ๐ฅ๐ž๐ง๐ณ๐š ๐Ž๐ฅ๐›๐ข๐š - ๐๐ซ๐จ๐ฌ๐ฉ๐ž๐ญ๐ญ๐ข๐ฏ๐š ๐ƒ๐จ๐ง๐ง๐š - ๐ŸŽ๐Ÿ•๐Ÿ–๐Ÿ— ๐Ÿ๐Ÿ•๐Ÿ’๐Ÿ”๐Ÿ”

๐๐ฎ๐ฆ๐ž๐ซ๐จ ๐•๐ž๐ซ๐๐ž ๐๐š๐ณ๐ข๐จ๐ง๐š๐ฅ๐ž - ๐Ÿ๐Ÿ“๐Ÿ๐Ÿ

 

 

 

 

Ultimo aggiornamento

Giovedi 25 Novembre 2021